M5S News

M5S, il capogruppo Pierazzi fa il punto e lancia proposte

Dopo quasi tre mesi di silenzio a causa del Covid-19 il capogruppo del Movimento 5 Stelle, Tommaso Pierazzi, fa il punto e presenta proposte alla giunta. Prima spiega la soluzione di non comunicare e di collaborare con l'Amministrazione comunale.

"A metà marzo, dopo il primo DPCM abbiamo deciso di interrompere i nostri comunicati stampa per dedicare tutte le nostre energie ad una totale collaborazione con la Giunta, contribuendo con suggerimenti o proposte per azioni immediate. Rinunciando ad uscire sui “media” proprio perché ritenevamo un momento delicato per la nostra comunità e qualunque divergenza non era il momento per affrontarla come nei periodi pre covid-19. Ringraziamo la Sindaca per aver accolto tutto il nostro lavoro sempre di concerto con il resto del consiglio comunale, rappresentato dai capo gruppi e dal Presidente del consiglio Mauro Tempesta".

Pierazzi, poi, entra nel merito delle scelte politiche della maggioranza e presenta alcune proposte.

"Apprendiamo con estrema soddisfazione la soluzione della Giunta sangiovannese di aver aggiungo mezz’ora gratuita nel parcheggio in Piazza della Libertà come la stessa possibilità per gli esercizi commerciali di poterli aiutare a trovare nuovi spazi all’aperto. Ormai chiedevamo la mezz’ora gratuita fin dalla prima Giunta Viligiardi ed oggi finalmente siamo arrivati ad una prima sperimentazione importante. Adesso, tolta la Cosip per l’intatto anno, vorremmo chiedere la possibilità di affrettare l’iter burocratico per la richiesta di suolo pubblico, proprio al fine di immaginare per quest’estate, nel rispetto delle regole,  un centro storico totalmente “vivo” con tavolini a debita distanza, fioriere e quant’altro possa favorire il riprendere della vita sociale nella città". 

"Nel ricordare che il Decreto Rilancio è previsto un Fondo di 3,5 miliardi per coprire le perdite di gettito subite a causa del Coronavirus da comuni, province e città metropolitane e 12 miliardi per favorire il pagamento da parte di enti locali, regioni e Asl dei debiti commerciali scaduti, vorremmo suggerire alla Giunta sangiovannese di provvedere quanto prima al ricalcolo delle spese per la raccolta e smaltimento rifiuti. In questi mesi è stata valutata su base nazionale una riduzione dei rifiuti urbani tra il 20% e il 10%, così come l’indifferenziata intorno al 10%, avremo altri recuperi nel conteggio delle spese. Anche perché le maggiori santificazioni eventualmente sostenute sono state finanziate dal Decreto “Cura Italia all’art.114".

"Perché tutto questo abbia un senso dovrà essere forte l’impegno anche nell’offerta turistica, nostro punto debole in questi anni. In questa fase dove tutti i parametri sono stati azzerati,  insieme alle associazioni culturali e a quelle di categoria del commercio, dovremo trovare nuove soluzioni per investire nel rilancio della città natale di Masaccio. Per questo chiediamo  all’assessore Fabio Franchi, con delega alla promozione e valorizzazione del territorio, un convegno nella commissione competente per avviare un dibattimento sulle azioni immediate da intraprendere. Cinema all’aperto, nuovi percorsi turistici, riconversione temporanea degli spazi comunali al fine che non rimangano inutilizzati, sono tante le idee che vorremmo analizzare con l’assessore e i commissari della III Commissione".

"Mentre in un’ottica di “neppure uno deve rimanere indietro”, chiederemo all’assessore Nadia Garuglieri, con la delega alle politiche sociali e walfare, di affrontare velocemente le problematiche legate alle Case Popolari. Ci giungono molti messaggi per segnalazioni ancora non risolte celermente da Arezzo Casa SpA. Erba ormai alta nei giardini di pertinenza agli edifici abitativi, avvistamento di ratti, perdite di acqua, soffitti con infiltrazioni, microcriminalità per mancanza di illuminazione adeguata e videosorveglianza mancante. Noi crediamo che mai come adesso si debba intervenire per evitare che possa ulteriormente aggravare la tenuta sociale in città".

Il capogruppo del Movimento 5 Stelle conclude: "Infine, sempre in quest’ottica di confronto chiediamo di promuovere quanto più possibile l’uso delle auto elettriche e ibride.  Ci sarebbe una forte correlazione tra la mortalità da coronavirus e l'inquinamento da polveri sottili, secondo uno studio dell'Università di Harvard citato anche dall'Istituto superiore di sanità.  Per questo  rinnoviamo l’appello a farsi fondatore di una mobilità sempre più sostenibile, permettendo alle vetture elettriche di circolare senza alcun pedaggio nel centro storico e permettendo l’uso gratuito dei parcheggi in tutta la città".